• LUGLIO 2017 – JAMES SUCKLING

BAROLO TRECOMUNI 2013 – 93 PUNTI 

“The rose petal and berry character to this wine are very attractive. It opens on the palate to a full body, chewy tannins and a savory finish. Needs a year or two to soften but already delicious to drink”.

BAROLO ARIONE RISERVA DELL’ULIVO  2011 – 94 PUNTI 

“Blackberry, blueberry and dark chocolate aromas follow through to a full body, chewy yet polished tannins and a cedar, walnut and ripe fruit finish. Big and exciting. Ready but better in 2019”.

 

  • GIUGNO 2017 – WINE SPECTATOR

 

 

Anche quest’anno la prestigiosa rivista americana Wine Spectator ha pubblicato la recensione dell’ultima annata di Barolo attribuendoci due lusinghieri punteggi:

  • Barolo 2010 Riserva dell’Ulivo – 92 punti.

“Aromi maturi e sentori di prugna, liquirizia, cuoio e sottobosco sono sostenuti dalla struttura densa e vibrante, dai tannini decisi di questo rosso che è comunque lungo e complesso con un retrogusto persistente. Bere da adesso fino al 2032”. Bruce Sanderson.

  • Barolo Arione 2012 – 92 punti

“Cuoio, spezie, liquirizia e goudron sono i temi principali, la frutta dolce seguita da tannini robusti, mentre il vino aumenta di intensità fino a un lungo persistente finale. Al meglio tra il 2020 e il 2033”. Bruce Sanderson.

 

  • FEBBRAIO 2017 – ARNEIS

E’ già disponibile il primo vino della grandiosa Vendemmia 2016. Si tratta del Roero Arneis 2016 prodotto uve di Monteu Roero. Rispetto alle annate precedenti questo bianco si presenta con maggior grado alcolico (13,5%), al profumo conserva le tipiche note di erbe aromatiche mentre al gusto accentua notevolmente le componenti sapide e minerali. Un Arneis di grande struttura, adatto a tutto pasto e sicuramente longevo.